Manuela Campanozzi

BLOG
Le 6 criticità che logorano te e il tuo business
Manuela Campanozzi
03/05/2016
Categoria: Leadership

Si sa, la vita dell'imprenditore o del libero professionista non è tutta rosa e fiori, come si suol credere. Per chi come me ha fatto il salto all'altra parte della sponda (lavorativa intendo:) passando da un lavoro da dipendente, a creare un'attività in proprio fino a diventare un imprenditore, sa benissimo che sotto molti aspetti "si stava meglio prima".

Non fraintendetemi, non tornerei mai indietro. L'indipendenza professionale, le soddisfazioni e le possibilità di crescita che un'attività in proprio offre, sono cose alle quali una persona con il mio carattere non rinuncerebbe mai.

È anche vero che gli impegni e le preoccupazioni non sono raddoppiate, ma, a esser positivi, decuplicate. Quando le cose vanno bene, è relativamente facile farsene una ragione, ma quando i risultati stentano ad arrivare o non sono neanche alla lontana paragonabili ai propri sforzi, allora le cose si complicano.

Chi ha deciso di essere indipendente però, non si arrende davanti a queste difficoltà, né può fermarsi a incolpare la crisi, il mercato o il governo ladro. Chi ha deciso di avviare un'idea di impresa è consapevole (almeno spero) di dover prepararsi a sostenere un'attività lavorativa intensa e ad affrontare situazioni di forte stess.

L'etimologia stessa del termine "imprenditore" d'altronde è chiara: deriva dalla parola latina "prahendere" che vuol dire appunto "prendere sopra di sè", "farsi carico". L'imprenditore è quindi colui che dà inizio a qualcosa, ma qualcosa di cui "farsi carico", un compito impegnativo e di esito incerto.

Le problematicità di chi ha un'attività in proprio

1. PROBLEMI ECONOMICI

Inutile negarlo, la maggior parte dei problemi parte da qui. Il punto è che se tu riuscissi a estraniarti e a osservare la struttura del tuo business dall'esterno, come se non ti appartenesse, ti renderesti conto che i problemi economici sono solo la punta dell'iceberg e la conseguenza di una non perfetta gestione delle problematiche interne.

Prestando la mia consulenza e curando la formazione di diverse aziende del nord-est Italia, ho la possibilità di studiare da un punto di vista privilegiato le loro dinamiche di funzionamento e di rendermi quindi conto di quale sia il bullone inceppato che blocca l'intera macchina.

La cosa sorprendente è che nella maggior parte dei casi le aree di intervento sono generalmente le stesse e andandoci a lavorare si riescono a migliorare i risultati dell'azienda.



2. GESTIONE DELLO STRESS

Insonnia, reattività, nervosismo, difficoltà di concentrazione, emozioni depotenzianti: in una parola, stress. Chi ha un'attività in proprio prima o poi si trova a vivere qualcuna di queste situazioni e spesso se ne fa un'abitudine fino a quando la cosa non diventa un vero e proprio problema.

Da questo punto di vista lo stress non sempre è negativo, è un salvavita che ci ammonisce quando le cose devono essere cambiate, in palio c'è non solo la salute dell'azienda ma quella della propria persona.

Ci sono diversi modi per gestire lo stress, alcuni applicabili in maniera immediata non appena si fa percepire quella fastidiosa sensazione di ansia che ti blocca lo stomaco. La respirazione lenta è controllata per esempio ti aiuta rallentare, a tornare al presente e a far sembrare più piccole le preoccupazioni.

È utilissimo anche allenarsi, mangiare sano, avere più contatti sociali. Ma diciamoci la verità queste cose ti aiutano a scaricare lo stress, ma non toccano alla base il problema.

Nella stragrande maggioranza dei casi lo stress è dovuto a una cattiva Gestione del proprio Tempo. Questo ti porta a strafare, a perdere il senso della misura, a correre e a caricarti di impegni al di là delle tue forze.

Le tue giornate sono di 24 ore di cui buona parte le dovrai pur spendere per dormire o mangiare. Quindi c'è un'unica soluzione: vuoi sconfiggere lo stress? Imparare a migliorare la tua...



3. GESTIONE DELLE PRIORITÀ

Sono sicura che ogni giorno anche tu avrai mille attività da portare a termine, è normale, è il destino di ogni imprenditore. Se ogni mattina però, prima di metterti al lavoro ti prendi l'abitudine di farti uno schema scritto delle cose da fare, la tua giornata sarà molto più produttiva.

Ovviamente c'è un metodo. Per ogni attività devi porti la domanda: "È davvero importante al fine di raggiungere il mio obiettivo? È necessario che la faccia subito?"

Se la risposta è sì allora la inserisci nella tua "To Do List", altrimenti passi alla seconda domanda: "Può farla qualcun altro al posto mio?" Qui ci scontriamo però con il quarto problema che colpisce buona parte degli imprenditori.



4. DIFFICOLTÀ DI DELEGA

Devi renderti conto che per quanto forte e capace, non sei un super-uomo o una wonder-woman. Non puoi fare tutto tu, né puoi fare tutto da solo, soprattutto se uno dei tuoi obiettivi è allargare il tuo business.

Spesso mi scontro con imprenditori che hanno ambiziosi obiettivi di crescita, magari riescono anche a costruirsi una buona squadra, ma poi si caricano tutto il lavoro sulle loro spalle lasciando agli altri solo i compiti più banali.
Due consigli sono fondamentali:

  1. Abbi fiducia: se non riesci ad aver fiducia delle persone di cui tu stesso ti sei circondato è un grosso problema, TUO. Fiducia non vuol dire lasciare ogni responsabilità nelle mani degli altri.
    All'inizio dovrai guidare la tua squadra, quando poi la persona sarà davvero pronta, sarà sufficiente il monitoraggio e tu dovrai solo supervisionare il suo lavoro.

  2. Circondati di persone che hanno caratteristiche complementari alle tue. È inutile avere attorno a te persone che la pensano come te, che sanno fare quello che sai fare tu e che dicono sì ogni volta che tu apri bocca.
    È inutile e controproducente. Il tuo team dovrebbe essere il più variegato possibile, deve riuscire a vedere dove tu non vedi, rafforzare i tuoi punti deboli e essere in grado di fare quello per cui tu ti senti meno portato.
    È vero, potrebbero nascere discussioni per le divergenze di opinione e sarà compito tuo trasformarli in scontri costruttivi. Come? Migliorando la tua...


5. ABILITÀ DI LEADERSHIP

Come imprenditore o professionista hai già dimostrato di possedere alcune delle doti che contraddistinguono un leader, prima fa tutti la propensione al rischio e la capacità visionaria.

Oggi però questo non basta. Come abbiamo visto sopra un leader deve necessariamente saper gestire lo stress e le proprie emozioni, imparare a gestire al meglio il proprio tempo, essere in grado di porsi come guida ed esempio per la propria squadra e quindi saper comunicare in maniera adeguata in ogni situazione.

Migliorare le tue capacità comunicative oggi è essenziale se si vuoi raggiungere il successo professionale. Non solo per riuscire a presentare il tuo prodotto o servizio meglio della concorrenza, ma anche per riuscire a creare un buon ambiente intorno a te e alla tua attività.

Oggi un business è essenzialmente fatto di persone quindi cerca di...



6. COSTRUIRE, MANTENERE E FAR CRESCERE RELAZIONI

Impara a utilizzare di più il "noi" al posto dell'"io", in modo da costruire un rapporto "one to one" con ciascuno dei tuoi collaboratori, fornitori, clienti e alimentare così delle relazioni di qualità che ti permetteranno di raggiungere gli obiettivi che ti sei fissato.

Oggi che si è sempre più connessi, i business sono sempre di più questione di ottime relazioni. Migliorare la propria capacità di creare rapporti e di interagire con gli altri è la chiave per la crescita e la buona riuscita di ogni attività.

Come superare le criticità

Per superare queste criticità devi sfruttare una delle tue grandi qualità (che sicuramente hai visto che hai avuto il coraggio di creare una tua attività): la capacità di metterti in gioco e di non accontentarti.

Puoi migliorare ognuna delle aree descritte sopra, ne hai la piena capacità. Puoi farlo da solo, esercitando la tua consapevolezza ogni giorno, leggendo libri e praticando ciò che hai imparato. Ti costerà tempo e fatica. Sei un imprenditore, alla fatica sei abituato, non ti spaventa. Per quanto riguarda il tempo devi a tutti i costi trovarne da dedicare a te stesso, lo recupererai più avanti quando avrai migliorato queste abilità.

C'è anche una maniera più semplice, più stimolante e anche divertente, il che non guasta mai. Puoi farlo con noi e con altri imprenditori e liberi professionisti come te che hanno deciso di migliorare le loro performance e raggiungere risultati eccellenti.

Ho organizzato una una giornata formativa in cui andremo a lavorare su queste e altre aree critiche per un business e ti andrò a svelare i metodi e le strategie che imprenditori di successo utilizzano per raggiungere i loro obiettivi con meno stresso.

Qui trovi tutte le informazioni per partecipare: Vincere nel business: metodo e strategie per il successo

Ricordati che la tua azienda crescerà nella misura in cui aiuterai le persone e il mercato con il tuo prodotto o servizio.

Più crescerai tu professionalmente e personalmente, più accrescerai il valore dei tuo prodotti o servizi, più crescerà la tua attività!


comments powered by Disqus